LIONE: ECCEZIONALE IMPRESA AI MONDIALI MASTER

La contentezza, la felicità, l’orgoglio hanno raggiunto l’apice nei giorni scorsi quando siamo stati informati dei risultati che giungevano da Lione. Per la prima volta nella storia della società potevamo fregiarci di una medaglia d’oro mondiale e di tre argenti, cosa mai accaduta.  Questa eccezionale impresa la dobbiamo alle nostre donne: Maria Ruggeri e Marta Roccamo. La Prima ci aveva abituato ad imprese eccezionali e stavolta è andata anche oltre; dopo le quattro medaglie d’oro conquistate ad Istambul ai Campionati europei dello scorso anno, mai potevamo pensare che potesse arrivare a tanto; la sua caparbietà, il suo costante impegno e la sua abnegazione al sacrificio hanno permesso che potesse arrivare a raggiungere risultati che alla vigilia erano considerati molto difficili. Marta nonostante sia alla fine della categoria e si trova a confrontarsi con atlete sicuramente più giovani, ha dato il meglio di se riuscendo a portare a a casa un insperato argento, che poteva essere oro per entrambe le nostre se un’altra delle staffettiste fosse riuscita a dare un contributo consono alle sue possibilità.

Per cui l’oro di Maria è arrivato dalla 4 x 400 con conseguente record Europeo di poco al di sotto di quello mondiale, che stava per essere abbattuto dalle quattro staffettiste azzurre.

Gli argenti sono arrivati dalla gara dei 100 metri piani dove per un soffio Maria è stata battuta dall’Americana (solo 4 centesimi e sarebbe bastato solo un metro in più per aggiudicarsi l’oro); e dalla staffetta 4 x 100 dove entrambe le nostre atlete facevano parte del quartetto che ha anche battuto il precedente record italiano

IMG-20150820-WA0030 IMG-20150820-WA0029 IMG-20150820-WA0025 IMG-20150820-WA0002 IMG-20150820-WA0004 IMG-20150820-WA0010 IMG-20150820-WA0011 IMG-20150820-WA0013 IMG-20150820-WA0015IMG-20150820-WA0013IMG-20150820-WA0029

1^ SCALATA DEL TIRRENO: RAKAL ELMERUM RAMET

La manifestazione organizzata dalla nostra associazione in collaborazione dell’Indomita Torregrotta ha avuto un notevole successo organizzativo e una partecipazione elevata considerata la durezza del percorso.

La manifestazione avevo lo scopo di riunire idealmente i Comuni di Torregrotta, Roccavaldina e Rometta, da qui i nomi Arabi che in passato le tre località avevano sono stati associati alla gara. Il percorso, come era prevedibile è stato particolarmente impegnativo, e la selezione fatta dal Vincitore Grosso è avvenuta dopo appena aver superato il chilometro dalla partenza. I nostri atleti si sono difesi al meglio conquistando le due piazze d’onore con Peppe Trimarchi e Davide Currò; buone anche la prove di Enzo Giordano, Salvatore Salvo e Patti.

MISTERBIANCO 18/07: OTTIMI RISULTATI CRONOMETRICI

Il vento ha condizionato una manifestazione che poteva dare l’eccellenza ai risultati dei nostri atleti, purtroppo, sopratutto nei 100 piani, la brezza, anche se a vista non sembrava, era, per l’anemometro, eccessivamente favorevole. Siamo arrivati a Misterbianco in forze preceduti, purtroppo, dalla brutta notizia dell’incidente stradale occorso al nostro atleta Carmelo Impalà; per fortuna gli atleti che erano in macchina oltre che a un grosso spavento non hanno subito importanti danni.

Nei 100 metri quasi tutti i nostri atleti presenti avevano ottenuto il proprio personal best, peccato che il vento ha invalidato tutti i risultati sulla distanza classica, in ogni caso questi erano stati i tempi ottenuti: nel settore femminile Maria Ruggeri aveva fatto il nuovo primato Italiano di categoria con 12″.54, Marta Roccamo l’aveva seguita a ruota con il personale stagionale in 13″,45 peccato per il + 4,4 per entrambe le nostre atlete. Anche in campo maschile il vento è stato inclemente, vanificando quanto di buono avevano fatto i nostri atleti; questi i risultati conseguiti nelle varie serie: Crisafulli Gabriele 11″.22 (+3,4) Bonasera Alessandro (reduce dall’infortunio e un pò malconcio) 11″.75 (+3,4), nicholas Artuso 11″08 (+4,1) Mondelli Salvatore 11″.11 (+4,1).

Nella gara dei 400 piani i nostri due alfieri Stefano Ferrarotto (49.27) e Pierpaolo Garfì (52″.79) hanno ottenuto i loro primati personali, vincendo le rispettive serie.

Subito dopo i 400 abbiamo assistito a una bellissima gara della nostra mascotte Simone Messina che con il piglio dei giorni che l’assistono ha gestito al meglio la gara regolando i propri avversari giungendo abbondantemente primo con il primato personale di 3’11”.81.

Il tempo di rifiatare e di nuovo tutti sui blocchi per la gara dei 200 metri; le nostre portabandiera dei mondiali hanno fatto un test anche sui 200, come ultima rifinitura prima di Lione; per loro tempi di routine: Maria (26″.47) Marta 28″.47.  Il settore maschile ha fatto il resto con Mondelli in 23″.17, Gilotti 23″.64, Garfì 23″.55 l’unico con il vento regolare per gli altri due, una bava di vento, purtroppo oltre la norma.

Nel frattempo nel lungo Gabriele Crisafulli atterrava, vincendo la gara, a 6,91 con l’anemometro che segnava, purtroppo per lui, oltre i due metri +3,2.

Nei 1500 metri l’accordo tra i primi due arrivati era di tirare il ritmo un giro ciascuno; pronti via! l’unico a tirare tutta la gara caparbiamente è stato il nostro Enzo Messina che con il tempo di 4’10″09 è, alla fine giunto secondo per pochi centesimi. Il succhiapiedi di turno risponde al nome di Scuderi Angelo che ha dimostrato pochissima sportività ed etica.

L’ultima gara in calendario erano i 3000 metri, che il nostro specialista Davide Currò ha vinto con un tempo al disotto delle aspettative personali 9’07.93; nella stessa gara era presente Giuseppe Trimarchi che, al rientro dopo alcune settimane di problemi, ha chiuso con un probante 9’21″85, che fa ben sperare per il prosieguo della stagione

ENNA 05/07: MANIFESTAZIONE OPEN

Enna doveva essere un test probante per saggiare le condizioni atletiche di alcuni velocisti; purtroppo come accade spesso nella città capoluogo più alto d’Europa, il tempo non è stato clemente; l’aria frizzantina e il vento pirata che girava a folate, non hanno permesso tempi consoni alle aspettative.

Nei duecento metri Stefano Ferrarotto nella sua serie si è trovato davanti due specialisti del calibro di Ragunì e Spezzi (anche loro al disotto le aspettative), ed ha chiuso con il tempo di 22″.06; Pierpaolo Garfì nella sua serie ha chiuso con il tempo di 23″.53; Giovanni Manuguerra in 25″.38 con un leggero infortunio al bicipite femorale, per cui non ha potuto prendere parte alla gara dei cento metri come preventivato. Gara cui hanno preso parte (con qualche ritrosia) Stefano (11″.21) e Pierpaolo (11″.62) nella stessa serie, con – 1 di vento contro.

Morale: Enna non è località adatta per test e verifiche. Meditare per il futuro.

MESSINA 26/27 GIUGNO: REGIONALI INDIVIDUALI ASSOLUTI – 3^ PROVA CDS

Sono tre le maglie di Campione regionale che la nostra società mette in bacheca; mentre numerosi sono stati i piazzamenti sul podio che i nostri atleti hanno conquistato.

la manifestazione svoltasi a Messina (organizzata dal pool con la nostra collaborazione tecnica), era anche valida come terza prova del cds assoluto e mai, come quest’anno, ha assunto un importanza di così di alto livello, poichè dava la possibilità di migliorare i propri punteggi e sperare di classificarsi in una posizione tale da meritarsi il fatidico posto al sole nel panorama atletico nazionale.

NOI CI SIAMO RIUSCITI!!!!!.

Alla fine Il direttore tecnico Peppe Locandro era gongolante, sicuro (anche se bisogna aspettare la certezza dagli altri stadi), che avevamo centrato il meraviglioso risultato di essere entrati per la seconda volta consecutiva, nel novero delle società classificate per la finale nazionale.  I nostri atleti hanno dato il meglio di loro stessi migliorandosi in molte specialità dando un contributo notevole per raggiungere la certezza della finale acquisita.

andiamo direttamente ai risultati ottenuti dai nostri atleti:

Nella gara classica della velocità nonostante un vento che girava e spesso andava contro la dirittura di arrivo, i nostri hanno ottenuto dei buoni risultati a cominciare dal 2° posto di FERRAROTTO Stefano che ha chiuso in 11.24; Nicholas ARTUSO è stato il secondo della società, e con il tempo di 11.48 ha migliorato il proprio record personale; quindi MONDELLI Salvatore col tempo di 11.59, poi GILOTTI Luciano con 11.66 seguito da BONASERA Alessandro (11.94), GITTO Simone  (12.28) e GITTO Marco (12.71). Nei 200 FERRAROTTO Stefano col tempo di 21.88 ha ottenuto un crono che lo proietta fra i primi posti nelle graduatorie nazionali, purtroppo per lui in questo campionato si è incrociato con Andrea Spezzi e Federico Ragunì che hanno ottenuto crono di alto livello. Nella stessa gara stranamente i nostri due alfieri Pierpaolo Garfi’ e Luciano Gilotti hanno ottenuto (anche se hanno gareggiato in due serie differenti) lo stesso identico crono (23.39).  nei 400 metri per i nostri colori era presente il solo  MANUGUERRA Giovanni che col tempo di 55.81 ha ulteriormente migliorato il proprio crono.

Nel Mezzofondo due piazze d’onore sono state ottenute da Enzo Messina, che come al solito si è dovuto sobbarcare l’onere di tirare entrambe le gare per lui i cronometri si sono fermati su 1:58.87 (800) e 4:09.10 (1500). Fabio Ruggeri nei 1500 si è mantenuto sui suoi tempi di carente allenamento. Davide Currò ha ottenuto, nella prima giornata di gare, la maglia di campione Regionale sui 3000 siepi e il secondo posto nei 5000 corredato dal primato personale con un ottimo tempo finale (15’36”.22)

Altra maglia di Campione è stata vestita da CRISAFULLI Gabriele nel salto in lungo con la misura di 6,72, nella stessa gara secondo posto con primato personale (6,67)per PINO Salvatore. Quarto posto per Edoardo Garufi  nel salto triplo con la misura di 12,28 che vale il primato personale. Nel Salto in alto Marco Gitto si conferma con 1,60.

Altra maglia di campione regionale nel lanci grazie a Ciccio LONGO che con un lancio a 13.01 nel peso, regola tutti gli avversari. PINO Salvatore conquista la terza piazza nel lancio del martello con la misura di 40.37 che rappresenta la sua migliore prestazione stagionale e gli permette di superare l’altro nostro  tesserato LONGO Francesco che finisce con  39.38. il terzo titolo è appannaggio di IMPALA’ Carmelo con la misura di 46.77.

In Campo femminile giungono tre terzi posti grazie a Maria Ruggeri (che si conferma  ad alto livello nei 100 e 200 metri) e Simona Mangano nel lancio del disco con la misura di 21,72; altra gara portata a termine per la nostra atleta è stato il lancio del peso dove ha acquisito il quinto posto. Fine settimana da dimenticare per Marta Roccamo che incappa in una falsa partenza nei 100 metri e in una brutta partenza nei 200; si rifarà nella prossima gara.

 

MESSINA 06/07 GIUGNO: C.D.S. ASSOLUTO SU PISTA – 2^ PROVA REGIONALE

Con enorme dispendio di forze e di tempo abbiamo organizzato (collaborati dal Pool di società) una manifestazione di alto livello sia sotto l’aspetto numerico che sotto quello qualitatitivo.  Tutto si è svolto al meglio (grazie sopratutto all’impegno dei soliti noti), ricevendo attestati di stima da parte di tutti per l’impeccabile organizzazione che ha rispettato tempi  e che non ha lasciato spazio a nessun tipo di polemiche, nonstante la massiccia partecipazione delle maggiori società isolane e di oltre 500 atleti. I risultati ci hanno dato ragione a 360 gradi sopratutto sotto l’aspetto agonistico dove abbiamo dimostrato e sopratutto  (qualora ce ne fosse stato bisogno) riconfermato i nostri valori di assoluto livello ponendoci come seconda società isolana, nel settore maschile, alle spalle del Cus Palermo. siamo stati presenti al completo in quasi tutte le gare, poche sono state quelle in cui i “nostri atleti” non si sono espressi al massimo livello.

nei 100 metri maschili abbiamo messo in fila i nostri atleti che si sono classificati dal terzo al sesto posto rispettivamente con Mondelli (11″.35) Garfi’ (11″.64) Pino Salvatore (11″.70), Artuso Nicolhas (11″.64), solo Simone Gitto è andato sotto le proprie performance. Nei 200 Stefano Ferrarotto ha fermato i cronometri con il personale a 21″.96 che gli è valso il minimo per gli Italiani Junior, anche Lucio Gilotti ha fatto il personale con 23″.25. Gli 800 hanno visto Enzo Messina battagliare fino sul filo di lana giungendo, con 1’57”.42 secondo di pochi centesimi, Giovanni Di Maio anche se non al meglio ha fatto il personale con 2’14”.68. Nei 1500 buone le performance di Fabio Ruggeri 84’29”.86 con pochi allenamenti) e Carmelo Quattrocchi che con 4’45”.16 esce finalmente da un lungo sfortunato tunnel. Altro protagonista del mezzofondo è stato Davide Currò vincitore dei 3000 siepi con il personale di 9’48”.39 e quinto nei 5000 ma vincitore della serie meno veloce con il tempo di 16’04”.55.

Nel settore salti non abbiamo per niente sfigurato, anzi abbiamo detto la nostra sopratutto nel lungo dove Gabriele Crisafulli è giunto secondo con la misura di 6,84, a breve distanza (4°) Pino salvatore Junior con la misura di 6,57, seguito da mondelli con 5,88 e da Garufi con 5,39; nell’alto Marco Gitto si è mantenuto sui suoi livelli con la misura di 1,60; nel triplo Garufi è giunto sesto con 12,03.

Nel settore Lanci un primo un secondo e un terzo posto la dicono lunga sul valore dei nostri atleti, rispettivamente: Impalà Carmelo nel giavellotto (46,09) Pino Salvatore Senior nel martello (38,13), e Fabio Mangano nel disco (31,26).

I nostri staffettisti si sono battuti al meglio conquistando un secondo (Staffetta “A” Bonasera-Mondelli-Garfì-Ferrarotto) e un terzo posto(Staffetta “B” Artuso-Crisafulli-Amato-Gilotti) nella 4 x 100; un secondo posto nella 4 x 400 con Garfì-Manuguerra-Gilotti-Messina.

Dulcis in fundo le nostre donne si sono battute al meglio con tempi cronometrici rispettabili: Maria Ruggeri seconda nei 100 (12″.73) e terza nei 200 (25″.89 primato italiano quasi equagliato); Marta Roccamo con 13″.38 e 27″.36 ha stabilito le migliori prestazioni stagionali rispettivamente nei 100 e nei 200 metri.

ENNA 16/17 MAGGIO: REGIONALI JUNIOR E PROMESSE DUE TITOLI E TRE ARGENTI

Le condizioni atmosferiche hanno condizionato notevolmente la due giorni di gare (aperta anche alle altre categorie assolute che non partecipavano però per l’assegnazione del titolo), tant’è che nella seconda giornata molti titoli non sono stati assegnati per maltempo e un nubifragio che di è abbattuto sul campo Tino Pregadio di Enna.

Siamo stati presenti con diversi nostri atleti conseguendo due titoli e tre secondi posti. la palma dei migliori va al settore mezzofondo con Enzo Messina e Davide Currò che portano a casa rispettivamente i titoli negli 800 (1’59”.3) e nei 3000 siepi (9’59”.43). Gli altre tre podi sono stati tutti d’argento con Enzo messina che bissa nei 1500 (4’13”.90), superato di un nulla dal succhiapiedi di turno che fa tirare tutta la gara al nostro alfiere e lo supera di un nulla (6 centesimi) sulla retta finale; le altre due medaglie sono giunte da Stefano Ferrarotto nei 400 piani e da Salvatore Mondelli nei 100 piani.

Alla manifestazioni erano presenti altri nostri atleti che si sono distente nelle gare cui hanno preso parte: Luciano Gilotti nei 100 serie open (11″.70); Giovanni Manuguerra nei 400 serie open 56″.62

C’è da dire che il secondo giorno un altro sostanzioso gruppo di nostri atleti (quindi sicuramente altri titoli e medaglie), è stato fermato alla partenza dalle notizie che giungevano da Enna che presagivano condizioni atmosferiche pessime, cosa che puntualmente si è avverata.

complimenti ai nuovi campioni regionali