INCREDIBILE, ECCEZIONALE, MERAVIGLIOSO

Si era partiti con in valigia tante buone speranze di ben figurare ad alto livello, i risultati delle precedenti uscite presso il pistino al coperto di palermo facevano ben sperare in un risultato cronometrico di valore con la speranza del podio. Considerati che si era al cospetto di atleti che presentavano risultati e prestazioni cronometriche tra le migliori nel vecchio continente, la sfida era allettante per un personaggio come Nicholas che non ha paura e si trasforma con le chiodate.

INCREDIBILE, risulta quindi, essere riusciti a mettersi al collo la medaglia dal colore più bello.

ECCEZIONALE, il risultato cronometrico raggiunto che pone il nostro portacolori tra i migliori in europa; le aspettative alla partenza erano al di sotto del tempo segnato (intorno a 6″.80 erano le previsioni), che il suo stesso tecnico aveva pronosticato dopo le gare di Palermo. Evidentemente il sangue che pulsa nelle vene ha fatto il resto e si è dimostrato quel quid in più che in occasioni agonistiche di livello elevato trasforma il nostro atleta in un eccezionale protagonista.

MERAVIGLIOSO per la gioia incontenibile che è esplosa in lui e in tutti noi alla conferma della vittoria. la gioia ha accompagnato questo meraviglioso risultato tra la sua famiglia, nel nostro ambiente, tra i suoi amici e in tutto il territorio lasciando grande eco al suo passaggio.

Raccontiamo adesso con ordine di successione  questo fantastico risultato:

Alle iscrizioni nessuno avrebbe scommesso un centesimo. Nicholas era nella griglia degli iscritti con l’ultimo tempo dei partecipanti. Volutamente era stato dato il tempo all’aperto del precedente anno agonistico; per una questione di scaramanzia e per non dar troppa pressione, il tempo fermato nei 50 metri a Palermo alcune settimane prima non era stato segnalato.

Sabato, di buon mattino i tre nostri rappresentanti si recano al palaindoor per prendere visione dell’ambiente, sopratutto Nicholas e Pierpaolo che per la prima volta vedono da vicino un impianto di atletica coperto, per il nostro Totò è l’ennesima presenza ad Ancona.

artuso garfì saraòIMG-20160206-WA0003[1]

Il tempo di guardarsi attorno e si fanno immediatamente le dieci ed è il tempo di cominciare a riscaldarsi; si sono già concluse le prime tre batterie con i tre candidati alla vittoria che hanno vinto agevolmente regolando il resto dei partecipanti; 10,45 si entra in pista, ed immediatamente il pensiero corre a mettersi le chiodate e cominciare a provare i blocchi che solo negli ultimi giorni erano assunti al ruolo di amici nostri.

IMG-20160206-WA0001[1]prima delle gare

ProntiVia!  Si schizza dai blocchi lasciando interdetti tutti, il tempo del tabellone segna 6″.81, miglior tempo di tutte le batterie.

Naturalmente tutti siamo stati presi dalla frenesia, da Totò presente sul campo ad Ancona; Noi presenti in pista a Messina per il campionato lanci, e  tutti i nostri atleti e simpatizzanti che sui social cominciavano  a rumoreggiare.

pausa pasto nell’attesa frenetica della semifinale e della conferma di essere li con gli altri a giocarsi il posto nella finale.

pausa pranzo

ore 14,30 si entra in pista già con le chiodate per la semifinale. Nicholas è nella prima delle due in virtù del miglior tempo delle qualificazioni, al suo fianco BAPOU Christian Jasmie, miglior tempo alle iscrizioni con la seconda prestazione europea.

prima della finale

ProntiVia! Un’altro schizzo!! “Ci siamo nuovamente lasciati tutti alle spalle”. Il plurale è d’obbligo! Eravamo tutti a correre con lui, a spingerlo da dietro per un risultato di valore. E lui non si è fatto attendere. Nonostante le bizze dello Streaming che non ci aiuta nella visione diretta della gara. Christian BAPOU da assolutto favorito è alle sue spalle imprecante

Adesso non è più una meteora. per la vittoria finale c’è anche lui. E’ arrivata la conferma e nonostante che nell’altra semifinale Federici abbia ottenuto la migliore prestazione  giornaliera, gli occhi sono puntati su loro.

Il tempo di fare riposare i muscoli indolenziti dalla pista mai solcata e dalle intense sollecitazioni sostenute, allungarli dolcemente e riscaldarli per far ricordare loro  che devono dare un’altro e velocissimo piacere.

prima della finale 2

alle ore 18,30 sono stati già posizionati i blocchi (gli stessi che da stamattina sono diventati i nostri inseparabili amici) in quarta corsia Nicholas, in quinta Federici in sesta Polanko in settima Bapou

Pronti Via! 6″77. Vittoria e terza prestazione europea dell’anno quinta di tutti i tempi in Italia. Il resto è storia.

Print this pageEmail this to someoneShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *